Fiori di sambuco: come usarli in cucina e le ricette

Fiori di sambuco: come usarli in cucina e le ricette

I fiori di sambuco sono dei profumatissimi fiori bianchi a forma di stella, facili da trovare nei mesi di maggio e giugno: periodo in cui sbocciano e inondano i nostri prati. Il sambuco è un arbusto di antichissime origini, originario del Caucaso e dell’Europa dove veniva utilizzato anche per scopi curativi. Il sambuco può essere utilizzato in molti modi in cucina:  sono commestibili i fiori e i frutti, piccole bacche di colore nero. Vediamo come usare i fiori per insaporire e profumare le nostre ricette.

Come utilizzare i fiori di sambuco in cucina

Sciroppo di fiori di sambuco

Lo sciroppo di sambuco è una bevanda facile da preparare e decisamente dissetante. Prendete i fiori di sambuco e privateli della base del gambo, lasciateli in infusione insieme a 3 limoni puliti e affettati, completamente ricoperti di acqua (circa un litro) per 24 ore. Trascorso questo tempo filtrate il liquido con un canovaccio pulito e strizzate bene i fiori. Prendete un pentolino e unite il liquido filtrato, un kilo di zucchero e 150 ml di aceto bianco di mele, cuocete per qualche minuto fino a che il composto non si sarà addensato. Spegnete il fuoco e versate lo sciroppo in una bottiglia di vetro, lasciate raffreddare in un luogo asciutto e possibilmente al buio.

Cocktail Hugo

Il cocktail Hugo è un aperitivo leggermente alcolico, fresco e dissetante a base di prosecco, sciroppo di fiori di sambuco, soda e foglioline di menta. Le sue origine sono tutte italiane, nello specifico dell’Alto Adige. Nato nel 2005, questo cocktail fresco e profumato ha in poco tempo conquistato tutti i paesi europei dove viene servito anche come alternativa al classico Spritz.

Frittelle di fiori si sambuco

Le frittelle di fiori di sambuco possono essere gustate sia dolci che salate. Nella versione salata, perfetta per un aperitivo alternativo, occorre preparare una pastella a base di uova, farina e acqua. Immergete i fiori ben puliti e asciugati nel preparato e friggeteli per qualche minuto in olio bollente. Fate attenzione ad aggiungere il sale solo dopo la cottura. Per gustarle invece nella variante dolce, aggiungete alla pastella dello zucchero bianco o di canna.

Pancakes ai fiori di sambuco

I pancakes ai fiori di sambuco sono una sfiziosa variante della ricetta classica di queste frittelle morbide e gustose. Sciogliete due cucchiai di lievito per dolci in mezzo bicchiere di latte. In una ciotola unite le uova, lo zucchero e la farina. Pulite i fiori di sambuco e privateli dello stelo. Aggiungete i fiori al composto dei vostri pancakes, scaldate una padella antiaderente e unite due cucchiai di impasto, cuocete per circa due minuti girando la frittella a metà cottura. Servite con sciroppo d’acero o marmellata a piacere.

Fonte: Fiori di sambuco: come usarli in cucina e le ricette