Nail Art fai da te: trucchi e tendenze

Quando si parla d’igiene personale, la prima cosa su cui cade l’occhio sono le mani. Le mani sono il nostro biglietto da visita: parlano di noi più di qualsiasi altra cosa. Le unghie sono il riflesso della nostra salute e averle sane e curate è fondamentale. La cura delle unghie parte sempre da una buona manicure, dalla scelta dello smalto e dalla decisione di farsi fare una ricostruzione o un semipermanente. Anche se tutto ciò è fondamentale per la cura delle unghie, bisogna prestare particolare attenzione, alla scelta degli abbinamenti e soprattutto alle nostre abitudini.

Ovviamente la prima cosa che bisogna capire quando si decide di fare una manicure fai da te, è quella di capire che tipo di unghie fanno al proprio caso. Se si lavora, ad esempio, in un ambito aziendale, dei colori troppo sgargianti sulle proprie unghie, potrebbero risultare eccessivi ed eccentrici.

D’altro canto, anche quando si fanno dei tipi di lavori manuali, come ad esempio la cameriera, le unghie devono risultare semplici e non troppo vistose, ma comunque ben curate.

Per chi, invece, fa un altro tipo di lavoro manuale, abbastanza pesante, come ad esempio chi è costretto a stare con le mani spesso nell’acqua, è consigliabile una manicure molto semplice. Tutto ciò perché le mani vengono utilizzate molto e si rovinano molto più facilmente. Quindi è consigliabile una manicure senza ricostruzione, perché le unghie potrebbero rompersi più facilmente.

In ogni caso, quando si decide di fare una manicure, bisogna sempre ricordare il contesto con cui ci si interfaccia ogni giorno.

Manicure dall’estetica: cosa succede se si smette di farla

Quando si ha l’appuntamento fisso dall’estetista che ci fa un’ottima manicure e rimette a nuovo le proprie mani è fantastico. Purtroppo, ad andare spesso dall’estetista ci sono un sacco di pro e contro, perché le unghie solitamente dopo un certo periodo continuativo dall’estetista, tendono ad indebolirsi e possono nascere dei problemi e fastidi. Cosa succede, quindi, se si smette di fare la manicure dall’estetista?

Diventano più forti. Le unghie senza smalto mettono in mostra tutti i loro difetti, cioè cuticole indurite, lunette irregolari, striature e bozzetti. Eppure, dopo un certo lasso di tempo, le unghie diventano più forti. Coperte dalla manicure, le unghie, diventano più deboli, per il contatto con molti agenti chimici.

Perdono il colorito giallastro. Una volta tolto lo smalto, l’unghia impiega una settimana circa, a volte molto di più, a ritornare del proprio colorito sano e naturale. Il colorito giallastro che dopo un po’ di manicure, le unghie cominciano a evidenziare è dovuto al fatto che le unghie, come i denti che si macchiano con il caffè, il tè o il fumo, assorbono in parte il colore di smalto e gel.

Il colore diventa omogeneo. Spesso gli agenti chimici contenuti nello smalto e nel gel danno vita a macchie, difformità. Spesso è necessario un periodo di sospensione per far sì che spariscano.

Diventano più brillanti. Le unghie ritrovano la loro brillantezza naturale, che spesso perdono diventando spente e opache.

Si risparmia sulla manicure. Un aspetto da non sottovalutare, smettendo di fare la manicure è che si può risparmiare anche una cifra notevole.

Pedicure: altro fattore da non sottovalutare

Altro aspetto a cui bisogna fare molta attenzione è la cura dei piedi. I piedi sono sottoposti a un carico notevole se si pensa al fatto che tutto il corpo grava sui piedi. Inoltre, sono sempre esposti durante l’estate e sempre chiusi in scarpe non sempre comode d’inverno, quindi hanno bisogno di cure specifiche per evitare di incorrere in micosi e altri inestetismi.

Consigli, trucchi e accorgimenti per ottenere le Nail Art più trendy e originali, scegliere lo smalto che fa al proprio caso. Tutto quello che bisogna sapere per una perfetta manicure e pedicure e i trucchi per replicare le tecniche dell’estetista anche in casa, lo puoi trovare cliccando sul link www.scuolaesteticabsa.it