Mobilità sostenibile: monopattini equiparati a biciclette

Grazie a un emendamento alla Manovra economica 2020, la mobilità si fa davvero sostenibile ed è boom nelle grandi città italiane: se fino a poco tempo fa la legalizzazione dei monopattini elettrici era incerta per la normativa italiana, adesso questi micro-mezzi sempre più utilizzati oggigiorno saranno equiparati alle biciclette. Dunque non ai ciclomotori, e soprattutto nessuna maximulta in arrivo per chi ne fa uso in città. Ma nonostante ciò, rimangono diversi gli aspetti da chiarire sull’argomento.

L’applicazione del nuovo emendamento

Dopo le numerose polemiche per via delle maximulte che hanno interessato la città di Torino lo scorso Novembre, poiché considerati dai vigili alla stregua dei ciclomotori, i monopattini elettrici sono adesso allo stesso livello delle biciclette. L’emendamento, introdotto nel disegno di legge di Bilancio e stabilito dal Senato in data 9 Dicembre, mette quindi al sicuro chiunque utilizzi monopattini elettrici, purché in regola in termini di velocità e potenza. Già a partire da Novembre, Roberto Traversi, il sottosegretario ai Trasporti, aveva dichiarato che il suo stesso ministero e il ministero dell’Interno erano già all’opera per equiparare i monopattini elettrici agli acceleratori di andatura, come skateboard e pattini, ma l’emendamento decisivo, avanzato dal senatore Eugenio Comincini, li batté sul tempo.

La sua efficacia è immediata e lo è anche la sua applicazione, tanto che nelle grandi città si sta già provvedendo ad autorizzare senza problemi la circolazione di monopattini e micro-mezzi elettrici simili, mettendo persino a disposizione l’apposita segnaletica con le relative condizioni che il decreto ministeriale, lo scorso giugno, aveva dettato per la loro legalizzazione. Si tratta di vera e propria micro-mobilità sostenibile.

C’è da dire, però, che, essendo in continua evoluzione la normativa sui veicoli a pedali, potrebbe verificarsi qualche problema o fraintendimento: esistono particolari tipologie di micro-mezzi elettrici, come i segway, i monowheel e gli hoverboard, per i quali non è ancora certo che valga la medesima soluzione ovunque e la cui autorizzazione può valere solo in zone ben definite di ogni Comune.

Xiaomi Monopattino Elettrico Pieghevole

 non disponibile
24 nuovo da 505,00€
Spedizione gratuita
al Luglio 4, 2020 7:03 pm

Caratteristiche

  • Velocità massima: ca. 25 km / h (velocità massima per ciascuna modalità: ECO: 15 km / h; D: 20 km / h; S: 25 km / h)
  • Durata della batteria fino a 45Km
  • Display integrato per un comodo e veloce monitoraggio
  • Double brake system
  • Peso massimo supportato: 100 kg

Cosa dice l’emendamento

Il testo dell’emendamento prevede che «i monopattini (elettrici, ndr) che rientrano nei limiti di potenza e velocità» fissati dal Dm micromobilità elettrica del 4 giugno 2019 «sono equiparati ai velocipedi di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 (il Codice della strada, ndr)».

Nello specifico, la potenza del motore non deve essere superiore ai 500 Watt, mentre la velocità concessa non deve superare i 20 km/h; qualora il mezzo fosse in grado di superarli, deve disporre di un regolatore che permetta di impostare il limite di velocità. Un limite che, comunque, nelle aree pedonali è di 6 km/h, dunque deve essere possibile impostare il regolatore in modo da non permettere il superamento di tale soglia.

Un monopattino elettrico che oltrepassa i limiti sopracitati può essere considerato alla stregua di un ciclomotore e dunque perfettamente sanzionabile, non disponendo né di immatricolazione né di assicurazione. Chi lo utilizza, inoltre, dovrebbe essere in possesso di patente e casco. La sanzione, in assenza di ognuno di questi requisiti, può ammontare anche a seimila euro.

È importante però soffermarsi sulla questione potenza e come conciliarla con le nuove regole relative ai monopattini elettrici, poiché secondo l’articolo 50 dell’attuale Codice la potenza massima prevista per le bici a pedalata assistita è di 250 Watt con funzionamento elettrico dipendente dalla pedalata del conducente, mentre per le bici il cui motore funziona autonomamente anche senza pedalata la potenza può anche arrivare a 1000 Watt. È dunque necessario riprendere in esame la questione, dato che il nuovo emendamento ha stabilito che la potenza del motore dei monopattini elettrici può arrivare a 500 Watt.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi