I giochi di ruolo sono nutrimento per l’anima: ecco cosa dice la scienza!

Un errore che commettiamo molto spesso noi adulti è quello di considerare il gioco come una “cosa da bambini”, dimenticando che la maggior parte delle cose che abbiamo imparato in passato proviene proprio dal mondo dei giochi.

Un altro grosso errore, molto attuale, che commettiamo noi adulti più restii al gioco è quello di apostrofare come “nerd” quelle persone che, anche se in età avanzata, si concedono dell’ottimo tempo giocando. Dal momento che il gioco è una dimensione che mette a confronto il lobo della creatività con quello del raziocinio, oggi vorremmo scagliare una lancia a favore di questa preziosa attività per il nostro benessere psichico.

Perché i giochi di ruolo fanno bene a grandi e piccini?

Come ha più volte dimostrato la scienza, infatti, giocando e divertendosi si impara il rispetto per il prossimo ma si aiuta anche il nostro cervello a rimanere allenato su una delle attività che, con il tempo, tendiamo a non praticare più: la creatività. Nello specifico ci concentreremo sui giochi di ruolo, per i quali bastano un mazzo di carte e qualche accessorio per essere trasportati in mondi lontani e fantastici.

Il gioco di ruolo, meglio noto come GDP o RPG (da Role Playing Games) è un’attività per la quale i giocatori assumono il ruolo di uno o più personaggi. Tramite lo scambio dialettico questi creano uno spazio immaginario e avventuroso, nel contesto di una cornice narrativa specifica che può ispirarsi alla storia, ad un film o ad un romanzo. Le regole del gioco di ruolo, tuttavia, limitano lo spazio e la cornice di gioco immaginaria, determinando quindi lo svolgimento dell’attività.

I vantaggi di chi gioca e sa giocare

Tra i vantaggi acclarati, dunque, vi è sicuramente l’allenamento della creatività dal momento che tutto ciò che avviene nel gioco risiede nella mente dei partecipanti. Inoltre è in grado di rafforzare la nostra espressività comunicativa e di espandere il nostro vocabolario ascoltando gli altri o impegnandosi a vincere.

È per questo che il gioco di ruolo aiuta anche a rafforzare le abilità sociali, skills molto particolari che aiutano a trovare impiego o a migliorare anche sul proprio posto di lavoro. Chiaramente giocando le persone si rendono meno conto di essere sul “banco di prova” e, dunque, rafforzano l’auto-stima, il problem-solving e la capacità a lavorare in squadra.

Sebbene le finalità siano quelle dell’intrattenimento e del divertimento, quindi, il gioco di ruolo favorisce tutti quegli aspetti che tra social network ed isolamento sociale vediamo sempre più peggiorati.

Amicizie sane e capacità di stare in squadra

Tra gli altri vantaggi, ovviamente, c’è quello della costruzione di amicizie solide e durature, basati sul gusto del gioco che appassiona persone come te. Molto spesso accade che i gruppi di amici che si riuniscono per giocare si trovino poi molto affiatati nella vita reale.

Giocando, dopotutto, si condividono momenti di crescita e di ilarità, essenziali per relazioni umane sane e desiderose di venirsi incontro. Infine la scienza incoraggia il gioco di ruolo per ampliare il pensiero spaziale e matematico, dando supporto soprattutto a chi ha una mentalità più pigra nel calcolo e nel ragionamento numerico. Anche per questo gli esperti sono concordi nel ritenere il gioco di ruolo come il miglior supporto allo sviluppo delle capacità decisionali, dal momento che spesso ci porta dinanzi ad un bivio fondamentale per la sconfitta o la vittoria.

In conclusione il gioco di ruolo è un mix di intrattenimento e di nutrimento per lo spirito che tutti dovremmo tornare a praticare, se non altro per lenire la nostra dipendenza da smartphone e PC e per imparare a impiegare il nostro tempo con attività che ci fanno bene.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi