Come realizzare una mascherina in stoffa fatta in casa

In questo periodo più che mai i dispositivi di protezione personale sono quanto mai importanti e richiesti, anche se non sempre disponibili.

Online sono spuntati come funghi tantissimi siti specializzati nella vendita di mascherine ma che forniscono poche garanzie in merito. Allo stesso tempo le amministrazioni locali e la Protezione Civile stanno facendo i salti mortali per riuscire a distribuire le mascherine tra la popolazione. Le farmacie per contro, quando non esauriscono istantaneamente le forniture di mascherine, ne rincarano i prezzi in maniera poco etica. Come fare allora?

La risposta è realizzare una mascherina di stoffa fatta in casa, scegliendo così tessuti e materiali e, perché no, realizzandone più di una da coordinare con abbigliamento o altri accessori.

Potete seguire le istruzioni contenute in questo video. Nel video troverete ben tre varianti. Quello che vi servirà è:

  • Della stoffa
  • Ago e filo
  • Della fettuccia elastica
  • Spilli tradizionali, spilli da balia ed un righello oppure un metro da sarta.

È un tutorial piuttosto semplice, non servono particolari capacità manuali e non è richiesta la macchia da cucire. Qui di seguito verranno descritti i passi comuni a tutti e tre i modelli di mascherine.

Primo step: la stoffa

Si inizia sagomando ed unendo tra loro le due parti che comporranno la mascherina. Ogni parte della mascherina è a sua volta composta da due veli di stoffa. Una volta unite le due parti, cucile lungo il perimetro. Dopo averle unite sarà necessario rivoltare il tutto, in modo che le cuciture risultino verso l’interno per ottenere un risultato esteticamente più curato.

 

Secondo passaggio: gli elastici

A questo punto dovrete pensare agli elastici che consentono di indossare la mascherina. Prendete la mascherina ottenuta fino a questo momento e ripiegatene le due estremità esterne in modo da ottenere due piccoli risvolti. Sarà in questi risvolti dove verrà allocato l’elastico.

Sezionate due pezzi di elastico, di una misura adeguata a tenere la mascherina ben fissata sul viso, ma senza che tiri, e fissate uno spillo da balia all’estremità dell’elastico. Questo trucco vi aiuterà a far scivolare l’elastico nel risvolto, attraverso il quale va fatto passare senza impazzire.

Una volta che l’estremità dell’elastico sarà uscita dal risvolto è possibile cucirla all’altra estremità ottenendo così un anello.

Qualche consiglio d’uso

Ricordatevi che la mascherina in stoffa va lavata con regolarità onde evitare di vanificarne l’efficacia. È inoltre opportuno evitare di sistemarsi in continuazione la mascherina sul viso al fine di evitare contatti tra le mani sporche e naso, bocca ed occhi.

Quando rimuovete la mascherina abbiate cura di staccarla a partire da un orecchio (afferrandola dall’elastico) e portarla nella direzione dell’altro orecchio.

Dopo aver rimosso la mascherina, ricordatevi di lavarvi accuratamente le mani.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi