Noodles: cosa sono, tipologie e come cucinarli

Noodles: cosa sono, tipologie e come cucinarli

I noodles, conosciuti anche come spaghetti cinesi o giapponesi, sono un piatto della cucina orientale di antichissime origini. Si tratta di una pietanza ormai conosciuta anche in Italia, soprattutto dopo la grande diffusione di ristoranti di cucina orientale ma, nonostante abbiano la stessa forma dei nostri amati spaghetti, i noodles sono tutt’altra cosa: in comune hanno infatti solo la forma allungata, e nulla più. I noodles vengono infatti realizzati, non solo con tecniche differenti, ma anche con ingredienti diversi: secondo la ricetta tradizionale occorrono farina, che può andare da quella di riso fino al grano tenero, acqua e uova. Scopriamo allora cosa sono i noodles, le tipologie e come cucinarli.

Cosa sono i noodles

I noodles nascono in Cina più di 4.000 anni fa e da lì, grazie a migrazioni, viaggi e commercio, si sono poi diffusi nel resto dell’oriente: Thailandia, Corea, Giappone e Filippine. Si preparano con un impasto realizzato con acqua e farina di qualunque tipo: di riso, di grano duro, grano saraceno, fagiolo mungo, mais o alghe, a cui si aggiungono in alcuni casi le uova. Una volta preparato l’impasto si creano dei fili di pasta di diverso spessore, a seconda delle diverse tradizioni, che vengono tagliati direttamente dalla sfoglia ottenuta.

La differenza tra la nostra pasta e i noodles, è che la pasta si realizza con grano duro e viene poi trafilata, mentre i noodles si preparano con diverse tipologie di farina e vengono tagliati direttamente dalla sfoglia, realizzata con poca umidità. L’altra differenza sta nel modo in cui si mangiano: per i noodles, infatti, non servono le nostre classiche posate, ma si mangiano con le bacchette.

Tipologie di noodles: quali sono e differenze

I noodles si possono identificare in diverse tipologie: per quanto riguarda i noodles giapponesi, si dividono innanzitutto in integrali e non. Si possono però identificare almeno 5 tipologie di noodles in base alle farine utilizzate, allo spessore e al metodo di cottura. Tra questi ci sono i Soba, i più conosciuti nella cucina occidentale, realizzati con grano saraceno: hanno un sapore deciso, sono sottili e di colore marrone, e si possono consumare sia caldi che freddi insieme a carne o verdure. Ci sono poi gli Udon, realizzati con farina di grano duro, anche questi sono sottili e possono essere consumati sia freddi che caldi: vengono venduti sia freschi che secchi.  I Somen sono una tipologia di noodles molto sottili che si consumano solitamente freddi. I Ramen sono invece a base di frumento e di colore giallo, grazie all’utilizzo dell’uovo. I Ramen sono istantanei e vengono venduti precotti e aromatizzati: sono corposi e più solidi e si consumano nel brodo di carne, come minestra, oppure con pesce o misto. Infine ci sono gli Shirataki che sono i più fini e sono anche tra i più leggeri dal punto di vista nutrizionale.

In Cina e nel sudest asiatico si consumano principalmente i noodles bianchi realizzati con farina di riso che sono tra i più friabili e, seppure sono precotti, vanno comunque cucinati prima di essere consumati. In Corea, invece, si consumano soprattutto i cosiddetti spaghetti di soia o noodles di fagiolo mungo, che sono più consistenti rispetto a quelli cinesi, e che vanno idratati in acqua bollente prima di essere utilizzati per la preparazione di zuppe e involtini primavera. I noodles realizzati con l’uovo sono tipici di Cina e Giappone, sia freschi che secchi, ed esistono anche i noodles integrali, dal gusto più deciso e che hanno particolari tempi di cottura. In Thailandia i noodles sono più larghi e porosi e sono tra quelli che assorbono meglio i sughi.

Come cucinare i noodles

I noodles sono un alimento molto versatile e possono essere cucinati in tanti modi differenti: possono infatti essere bolliti in acqua salata che vengono poi saltati nella wok con le verdure e la salsa di soia. Possono poi essere fritti in olio bollente e saltati in padella con gli ingredienti che preferite. Anche per quanto riguarda i condimenti, infatti c’è molta scelta: i noodles possono infatti essere gustati con carne, pesce, verdure e si possono servire caldi, freddi o come zuppa.

Fonte: Noodles: cosa sono, tipologie e come cucinarli

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi