Le diverse tipologie di patente nautica: caratteristiche, differenze e costi

Trascorrere un fine settimana o una vacanza in barca è il sogno di molte persone. Tuttavia, per poter condurre un natante è necessario quasi sempre disporre di patente nautica. Questo documento può essere differente a seconda del tipo di navigazione che si vuole effettuare: pertanto anche il tipo di esame e il costo della patente nautica varieranno a seconda dei casi. In questo post si parlerà delle diverse tipologie di patente nautica, di come e dove poter svolgere gli esami per acquisire questo documento e di quali siano i costi da sostenere.

 

Le tipologie di patente e i limiti dalla costa

Prima di entrare nel dettaglio sulle tipologie di patente necessarie per condurre un'imbarcazione si vuole sottolineare che esistono alcuni casi in cui non è necessario essere in possesso di patente per poter guidare in mare. In particolare, quando la navigazione si mantiene entro le sei miglia dalla costa, non sarà necessario sostenere alcun esame né tanto meno essere in possesso di patente. Va però sottolineato che a prescindere dalla distanza dalla costa vi sono dei casi in cui è sempre obbligatorio avere la patente: in particolare quando si conduce un'imbarcazione con un motore più potente dei 30 kW oppure con particolare cilindrata in relazione al tipo di motore (a due o quattro tempi, a benzina o a diesel).

Ma torniamo alle tipologie di patente. Queste si distinguono in tre categorie: A, B e C. La patente di tipo A può essere richiesta per il comando e la condotta di imbarcazioni da diporto e si divide a sua volta in patente A entro le 12 miglia oppure senza limiti.
La patente di tipo B, invece, permette il comando di navi. In questo caso non è prevista nessuna distinzione di lontananza dalla costa visto che quando si parla di navi si intendono imbarcazioni di lunghezza superiore ai 24 metri a vela o motore che, si presuppone, navigheranno ben distanti dalla costa. Per poter condurre le navi oltre alla patente è necessario che la nave presenti una licenza di navigazione.
Infine la patente di tipo C permette solo la direzione nautica di natanti e imbarcazioni da diporto, ossia di unità con lunghezza inferiore ai 24 metri. Permettendo la sola direzione, questo tipo di patente necessita di una o più persone a bordo in grado di poter svolgere le diverse operazioni necessarie per la conduzione dell'imbarcazione.

Tra queste differenti tipologie di patente la più comune e richiesta è sicuramente la A, che può essere richiesta sia per la conduzione entro le 12 miglia che senza limiti. Va specificato che questo tipo di patente permette di guidare sia imbarcazioni a motore che a vela. Se, tuttavia, si è interessati solo alla conduzione di natanti a motore si potrà richiedere una licenza limitata a questo tipo di imbarcazioni, che richiede un esame più semplice.

 

 

Come ottenere la patente nautica

Ci sono due differenti modalità per sostenere un esame per il conseguimento della patente. Il primo è quello di rivolgersi alle Capitanerie di Porto, gli Uffici Circondariali Marittimi o, se si tratta di una patente entro le 12 miglia, alla Motorizzazione Civile. Il secondo è invece quello di iscriversi a una scuola autorizzata a tenere corsi ed esami, come Vivere la Vela (viverelavela.com). Come si può facilmente immaginare il costo della patente nautica varierà a seconda della scelta effettuata. Non solo: la spesa sarà infatti differente anche in base al tipo di patente che si intende conseguire.

Il conseguimento della patente tramite l'iscrizione a scuole nautiche è sicuramente indicato per quanti non abbiano già maturato competenze di guida in maniera autonoma e devono pertanto partire dall'abc delle regole del mare. Le diverse scuole nautiche possono proporre profili di corsi differenti, optando per sedute full immersion o per lezioni settimanali. Alcune scuole, come ad esempio Vivere La Vela, offrono anche la possibilità di lezioni personalizzate, con giorni e orari da concordare con l'interessato.

 

Le spese da sostenere per conseguire la patente nautica

Come già sottolineato, il costo della patente nautica non è ben quantificabile perché dipende da una serie di fattori, tra cui il tipo di patente, la scuola presso cui si tiene il corso nonché il tipo di corso, sia esso per la patente entro le 12 miglia, senza limiti, per la patente A, B oppure C. Ancora, i costi possono essere differenti se si opta per corsi standard o per sessioni personalizzate. Non ci si dovrà meravigliare se il ventaglio dei prezzi varia, a seconda dei casi, tra i 500 e i 1000 euro.

Ai costi per la parte teorica vanno aggiunte le spese per il noleggio delle imbarcazioni per le guide: queste possono variare a seconda che si effettuino lezioni di gruppo o individuali. Anche il numero di guide rappresenta un elemento fondamentale per la valutazione delle spese totali. Va evidenziato che il numero di lezioni in barca è mediamente più elevato per la patente senza limiti, visto che sono richieste maggiori competenze. Di contro, quanti richiedono la patente entro le 12 miglia con sola licenza per la guida di imbarcazioni a motore potranno più facilmente imparare come si conduce un natante anche con un minor numero di lezioni pratiche. La guida di una barca a motore, infatti, è molto più semplice rispetto a quella di una barca a vela.

 

Per concludere

Quando si pensa al costo della patente nautica è importante ricordare che questo può essere differente a seconda della scuola che si frequenta nonché del tipo di patente che si intende conseguire. Inoltre, non si deve dimenticare che alle spese per il corso si dovranno aggiungere quelle per il certificato medico, specifico per la conduzione di natanti o imbarcazioni, nonché una tassa governativa di circa 100 euro.

 

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi